Chi è online

 48 visitatori online

Ultimi messaggi

blackmonster
un saluto a tutti
e
BUON FERRAGOSTO
Venerdì 15 Agosto 2014 11:04
cloude113
In bocca al lupo alla ASD CALCIOBALILLA BRESCIA .
Compliment...
Giovedì 07 Agosto 2014 09:42
valter
Nasce e lo dico con grande soddisfazione  la :                     ...
Lunedì 04 Agosto 2014 11:20

Foto ricordi

Home

Login


Se sei un utente registrato accedi inserendo il tuo utente e password.



Se vuoi registrarti clicca su "Registrati", compila i campi, e rispondi all'email che ti sarà inviata.

Risorse

Ulti Clocks content
Benvenuto su Pincanello.it!

Mer

27

Ago

2014

Riunione per Campionato 2014/2015 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   


MARTEDI 02 SETTEMBRE ORE 21.00

RIUNIONE GENERALE PRESSO LA SALA INCONTRO

DELL’ORATORIO DI BOVEZZO (BS) Via Paolo VI, n° 4

CAMPIONATO A SQUADRE 2014/2015

Partendo dall’esperienza dei precedenti campionati e sommando le esigenze che durante questi anni sono emerse, si è cercato di dare una nuova veste al campionato a squadre senza farne perdere la sua identità.

Il campionato resta nel suo insieme strutturato come ad oggi lo conosciamo ma ci sono stati diversi aspetti di cui si è tenuto conto e alla fine questo è quanto si è stabilito.

-          Il campionato ha bisogno di avere un girone di “ELITE” in cui militano le migliori squadre e poi sotto di esso tanti gironi zonali in base al numero delle squadre iscritte. Questa soluzione prevede per il proseguimento promozioni e retrocessioni.

IL PRIMO ANNO NON CI SARA’ IL GIRONE DI ELITE MA SI FORMERANNO TANTI GIRONI ZONALI, SEMPRE IN BASE AL NUMERO TOTALE DELLE SQUADRE ISCRITTE E POI SI DEFINIRA’ QUANTE SQUADRE AVRANNO DIRITTO NELL’ANNO SUCCESSIVO A PARTECIPARE AL GIRONE D’ELITE. Esempio le prime 2-3-5 … di ogni girone, dipenderà dal numero dei gironi (solo per il primo anno).

In questo modo le squadre del girone ELITE avranno un campionato sicuramente più impegnativo dal punto di vista logistico ma anche più competitivo e agonistico, mentre le squadre dei gironi zonali potranno fare un campionato meno impegnativo e quindi più facile da affrontare.

-          La serata di campionato è formata da 12 incontri/set

L’incontro/set è formato da 2 partite ai 7 gol più eventuale bella

-          Ridurre i costi del campionato e delle sanzioni :

  • € 50.00 Iscrizione al campionato
  • € 30.00 cauzione
  • € 20.00 Tesseramento atleta
  • € 10.00 Costo per lo spostamento di una serata di campionato (eccetto in caso di Neve e di eventi straordinari non prevedibili )

-          PORTARE A 7 IL NUMERO MINIMO DI GIOCATORI PER OGNI SQUADRA E GIOCARE 12 INCONTRI.

Questo sia per ridurre il tempo della durata della serata, questione che è stata richiesta da molti e sia per ridurre al minimo il problema delle assenze.

Con 6 giocatori si possono fare 11 incontri e quindi l’eventuale penalità è di un solo incontro.

NON SI PUO’ ANDARE A GIOCARE CON UN NUMERO INFERIORE AI 6 GIOCATORI.

SE QUESTO DOVESSE ACCADERE LA PARTITA NON SARA’ CONSIDERATA VALIDA E DOVRA’ ESSERE RIPETUTA.

Con questa formula si annullano tutte le sanzioni economiche legate alla mancata disponibilità dei giocatori e se una squadra non ha la certezza di avere almeno 6 giocatori sicuri da poter schierare è inutile che si iscriva al campionato.

Scopo finale è di rendere più leggera la fase regolare del campionato e fare una seconda fase che coinvolga ulteriormente le squadre per dare la possibilità di confronto fra i vari gironi.

-          Dare un gol di vantaggio, in ogni singolo incontro, per ogni ragazza schierata, sperando che questo aiuti maggiormente ad incrementare la presenza femminile nel campionato.

-          Il referto della gara deve essere spedito dalla squadra vincente per rendere ufficiale il risultato

-          Calcolare il punteggio considerando gli effettivi incontri vinti da entrambe le squadre, in modo che sia più facile “muovere la classifica” e ottenere punti.

-          Tutti i pagamenti dovranno essere fatti tramite bonifico bancario sul CC dell’ADS Calciobalilla Brescia in modo da avere la TRACCIABILITA’ di ogni movimento amministrativo.

Copia del bonifico dovrà essere poi inviata all’email del ADS Calciobalilla Brescia.                         (esempio : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

-          Rilasciare la regolare ricevuta per i dovuti obblighi FISCALI

-          Rivedere alcuni punti del regolamento, FINO AD OGGI USATO, per rendere più “equilibrato” il potenziale gioco sviluppato dai portieri con quello degli attaccanti e definire quegli aspetti che possono essere soggetti a diverse interpretazioni.

-          Lo scopo è di creare una struttura che permetta ai giocatori più bravi di avere un girone più competitivo e a tutti gli altri di poter giocare e crescere in gironi più equilibrati.

L’ASD CALCIOBALILLA BRESCIA ha deciso di collaborare con il CSI provinciale di Brescia e la ASD CALCIOBALILLA MONTECLARENSE per vari motivi, fra cui la convinzione che lo sport deve essere un momento ludico di aggregazione e socializzazione e per la loro disponibilità a lavorare per promuovere il movimento del calciobalilla sul territorio della nostra provincia.

Molto importante la tessera CSI permette di praticare, con lo stesso costo, due attività sportive legate al CSI.

Vi aspettiamo numerosi

Brescia li 27/08/2014

Il presidente

Valter Donneschi

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Agosto 2014 13:28
 

Gio

21

Ago

2014

Ringraziamenti PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

Ringrazio tutti gli Enti e le varie Associazioni che ci hanno contattato in questo ultimo periodo per sottoporci le loro idee e i loro programmi e dopo una attenta analisi delle cose si è deciso di collaborare con chi è effettivamente presente sul territorio Bresciano, che condivida le linee guida della nostra Associazione e che sia realmente interessato a promuovere il gioco del Calciobalilla mettendo a disposizione le proprie risorse.

Tutti gli altri progetti a grande respiro nazionale od altro sono per il momento una tematica che non possiamo prendere in considerazione fino a quando la ASD CALCIOBALILLA BRESCIA non avrà raggiunto una certa stabilità e solidità.

C’è tanto di quel lavoro da fare e da portare avanti nella sola nostra provincia che pensare di spendere ulteriori energie in progetti troppo grandi vanificherebbe lo sforzo che stiamo mettendo in campo per far crescere il movimento bresciano.

Quindi a breve vi saranno presentate le proposte su cui stiamo lavorando in modo che ognuno possa prenderne visione e fare di conseguenza le proprie valutazioni.

Abbiamo dato priorità al campionato a squadre per poter dare la continuità al lavoro ad oggi fatto da coloro che sono venuti prima di noi e del quale non si deve perdere niente, il resto verrà poi di conseguenza, passo dopo passo.

Deve essere molto chiaro che la nostra Associazione intende lavorare verso la direzione della promozione del gioco del calciobalilla ma nello spirito di aggregazione e socializzazione e quindi stare in quel concetto che dice: - che ognuno deve dare o fare il meglio che può, in base alle risorse disponibili -.

Ritengo fondamentale che questo principio sia chiaro a tutti perché è uno dei motivi principali sui cui si imposterà il lavoro dell’Associazione.

Rinnovo i ringraziamenti ai soci fondatori che hanno creduto nel progetto e agli amici che si sono già resi disponibile per aiutare nello sviluppo dello stesso.

Brescia li 18/08/2014

Il Presidente

Valter Donneschi

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Agosto 2014 19:43
 

Mar

29

Lug

2014

Tempo scaduto! PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

BENE POPOLO DEL PINCA, IL TEMPO DI OGNI COSA E' SCADUTO, RINGRAZIO CHI MI HA CONTATTATO PER COLLABORARE NELLA FUTURA, SPERIAMO,  ASD CALCIONBALILLA BRESCIA. E DATO CHE NESSUNO SI E' FATTO AVANTI PER LE ALTRE COSE IL CAPITOLO VIENE CHIUSO E GLI EVENTUALI RITARDATARI LA PROSSIMA VOLTA SI SVEGLINO UN PO' PRIMA.

A TUTTI GLI ALTRI ENTI, SIGLE, ASSOCIAZIONI VARIE CHE MI HANNO CHIAMATO PERCHE' VOGLIONO CHE BRESCIA SI SCHIERI SOTTO LA LORO BANDIERA RICEVERANNO A BREVE LA MIA PERSONALE RISPOSTA. ( che sarà ufficialmente pubblicata)

DI SICURO IL TEMPO DI LAVORARE PER GLI ALTRI E' FINITO ANCHE PERCHE' E' TROPPO FACILE APPOGGIORSI A CHI VUOLE FARE E POI GODERSI IL FRUTTO DEL LAVORO ALTRUI. COMUNQUE A BREVE CI SARA' LA PUBBLICAZIONE DELLE PROPOSTE  PER IL CAMPIONATO ECC ECC, POI OGNUNO FARA' LE PROPRIE SCELTE LIBERAMENTE.

ciao valter

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Luglio 2014 13:16
 

Sab

05

Lug

2014

Riflessioni: parte 4^ PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

RIFLESSIONI: PARTE 4

La svolta

Prima di qualsiasi cosa, bisogna avere molto chiari una serie di concetti base, diciamo almeno i principali, perché sarà su questi che si andrà poi a costruire tutto quanto.

Un’ Associazione Dilettantistica Sportiva è a tutti gli effetti “UNA PERSONA GIURIDICA” e pertanto si deve assume tutte le responsabilità giuridiche, fiscali, morali ecc ecc dirette ed indirette che gli competono.

Un’ Associazione Dilettantistica Sportiva è composta da “soci-tesserati-simpatizzanti” che portano avanti attivamente i progetti dell’associazione o che comunque li condividano.

Compito e responsabilità dell’ ADS è poi di perseguire al meglio delle proprie forze e risorse le finalità che si è data, in modo da promuovere e sviluppare sul territorio la propria disciplina sportiva.

Deve essere chiaro che un’ASD, benché tenga in massima considerazione i principi dello sport nel senso più Decubertiano possibile, ha un proprio statuto e regolamento comportamentale a cui bisogna attenersi.

Presa coscienza dei presupposti morali, etici ecc a cui questi concetti fanno riferimento, cerco di presentarvi un quadro generale in modo di dare almeno una bozza su cui ragionare.

Compito dell’ASD è promuovere il gioco del Calciobalilla, quindi bisogna considerare di sviluppare dei campionati -quello a squadre lo possiamo dire già “impostato”-, organizzare tornei riservati agli associati, manifestazioni/tornei aperti a tutti e forme di promozione del gioco sul territorio presso enti/oratori/bar o altro.

Ognuno di questi aspetti richiede un suo preciso progetto con finalità e obiettivi da raggiungere a breve, medio e lungo termine. Prendiamo in esame il solo campionato a squadre.

Prima cosa, dopo aver fondato l’ASD, è fare il conto corrente dell’associazione in modo che tutto risulti in chiaro e sul conto dovranno pervenire tutti i pagamenti.

Una squadra che vuole iscriversi al campionato cosa dovrà fare :

1° - PAGARE L’ISCRIZIONE DELLA SQUADRA AL CAMPIONATO ENTRO LA IPOTETETICA DATA STABILITA. Per esempio : entro il 30/09/2014. Se poi una squadra decide di non partecipare al campionato perde l’iscrizione.

2° - TESSERARE I PROPRI GIOCATORI - TERMINE ULTIMO CONSENTITO esempio : entro il 31/12/2014. PRIMA SI VERSA LA QUOTA E POI IL GOCATORE POTRA’ ESSERE SCHIERATO MA SOLO DOPO AVER RICEVUTO LA TESSERA DELL’ASD E NON PRIMA.

3° - TUTTO QUELLO CHE RIGUARDERA’ IL REGOLAMENTO TECNICO, SANZIONI E QUANT’ALTRO SARANNO SOTTO LA DIRETTA RESPONSABILITA’ DEL GIUDICE SPORTIVO LA CUI DECISIONE E’ INSINDACABILE PER TUTTI. QUINDI NON SARANNO PIU’ RICHIESTE LE RIUNIONE DEI CAPITANI.

4° - CI SARA’ UN NUOVO REGOLAMENTO TECNICO A CUI ATTENERSI, SARA’ DIFFICILE TROVARE QUALCOSA CHE ACCONTENTI TUTTI MA SECONDO ME SIAMO GIA’ SULLA BUONA STRADA.

5° - FARE UN NUOVO SITO DEDICATO SOLO ESCLUSIVAMENTE ALL’ASD, ALLE SUE ATTIVITA’ E CAMPIONATI.

E cosi via con tutto il resto

Uno degli aspetti che mi preoccupa maggiormente è che se dobbiamo poi promuovere il gioco sul territorio bisognerà considerare un tavolo “ il pinca” di riferimento e questo è un problema abbastanza difficile da risolvere perché vuol dire :

-          Bisognerebbe “sposare” almeno un costruttore per avere dei prezzi di favore, si ma quale e per quali motivazioni, economiche, tecniche, per simpatia ?

-          Come si può imporre dei tavoli da gioco al costo di € ??? ad un oratorio che magari ha già dei pinca scassati e pure di diverso tipo e dirgli che deve investire qualche miglia di euro se vuole fare il campionato.

-          Come possiamo promuovere qualcosa se non abbiamo lo strumento base e cioè il PINCA ad un prezzo più che buono e con una qualità tecnica sufficiente?

Capite che le implicazioni sono diverse e ci sono in ballo anche altri aspetti necessari come avere una sede propria, con un minimo di magazzino per i ricambi, un piccolo mezzo di trasporto o qualcuno a cui appoggiarsi e tanto altro ancora.

Credo che per fare una prima profonda” Riflessione” di avervi fornito dati a sufficienza e quindi lascio ognuno con i propri pensieri.

Chi fosse interessato a fondare l’ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA CALCIOBALILLA (PINCANELLO) BRESCIA o desideri avere maggiori informazioni o chiarimenti in merito si metta in contatto con il sottoscritto.

Lo stesso vale per coloro che non hanno nessun interesse alla ASD ma vorranno portare avanti il campionato cosi come è tuttora, ovviamente con le proprie forze, sarò a loro disposizione per passare le dovute informazioni.

PER IL RESTO CI AGGIORNEREMO PROSSIMAMENTE DICIAMO INDICATIVAMENTE ALLA PRIMA SETTIMANA DI SETTEMBRE 2014 PER TALE DATA MI AUGURO CHE OGNUNO SIA PRONTO E ABBIA LE IDEE CHIARE.

Vanno i miei più sentiti ringraziamenti a tutti i collaboratori/amici del direttivo che hanno dedicato tempo e energia per la causa del Pinca senza chiedere nulla in cambia, grazie ancora mostrissimi non sarei andato molto lontano senza di voi.

Valter

Ultimo aggiornamento Sabato 05 Luglio 2014 19:39
 

Mer

02

Lug

2014

Riflessioni: parte 3^ PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

RIFLESSIONI: PARTE 3

“ CONFRONTO”

Durante il campionato mi sono confrontato con alcune delle associazioni che sono interessate ad avere il movimento Bresciano sotto la propria bandiera e da queste discussioni sono emerse alcune questioni molto importanti.

Prima di tutto il nostro movimento, a tutti gli effetti, non è riconosciuto “ufficialmente” da nessuna parte, perché non è un’Associazione di fatto. Siamo sì un bel numero di persone ma in realtà esistiamo come singole entità e non come gruppo.

US ACLI dice che ogni PROVINCIA deve avere la sua ASSOCIAZIONE PROVINCIALE SPORTIVA e poi le varie associazioni provinciali fanno riferimento a quella NAZIONALE, la quale poi coordina le attività ma AL SOLO livello nazionale di tutti.

Ora come ora l’unica provincia costituita con un campionato a squadre US ACLI CBI ben strutturato è la nostra, altro non è stato ancora fatto DA NESSUNA PARTE e direi che le tempistiche per realizzarlo sono abbastanza incerte.

Faccio notare che costruire un campionato non è una cosa che si può fare dalla sera alla mattina e poi se non c’è un reale rientro economico perché qualcuno dovrebbe sbattersi per farlo? E i grandi tornei che sono chiamati CAMPIONATI di questo e di quello, se ancora non fosse chiaro, sono sempre e solo dei TORNEI che nascono e finiscono li, senza dare nessuna continuità allo sviluppo del gioco sul territorio.

O meglio, io personalmente non riesco a vederlo però può darsi che qualcosa producano, cosa di preciso non lo so , comunque lasciamo stare le opinioni personale e andiamo avanti.

Quindi per restare in US ACLI bisogna comunque prima costituire una ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA SPORTIVA CALCIOBALILLA Bresciana e poi fare il tesseramento come associazione con tutti i benefici che ci possono essere, in particolar modo fiscali e poi gli altri che sono ancora da verificare.

La stessa cosa vale in linea generale anche per il discorso del CSI e quindi è oramai chiaro che se vogliamo fare una scelta di crescita diventa necessario fare un’ASD (associazione sportiva dilettantistica).

Poi rimane da definire il perché associarsi a questa o a quella sigla, discutere dei progetti, valutare le convenienze (se ce ne sono), le loro e le nostre necessità ecc, oppure restare da soli prendendosi in carico tutto quanto e poi stabilire se fare o non fare delle collaborazioni.

Spero che fino a qui di essere stato sufficientemente chiaro, perché per quanto mi riguarda o si fa il passo in avanti e si costituisce una ASD con tutte le implicazioni che ne comporta altrimenti io personalmente mi fermo qui, oltre non ho nessuna intenzioni di andare e passo la mano a qualcun altro.

Vi ricordo solamente che dal punto di vista fiscale siamo già andati abbondantemente oltre il limite che divide un torneino fatto da un gruppo di amici da un campionato strutturato come il nostro e se domani qualcuno dovesse bussare alla nostra porta e chiedere giustificazioni dell’andare e del venire delle cose , chi ne risponderà?

In conclusione la mia intenzione è di fondare un’ASD con tutto quello che ne consegue fiscalmente e legalmente e da qui ricostruire tutto quanto, anche perché non riesco a vedere un’altra soluzione. Nella prossima e ultima riflessione vi presenterò una bozza a grandi linee di quello che vorrei fare e poi tireremo le somme finali.

Valter

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Luglio 2014 05:34
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 67