Chi è online

 69 visitatori online

Ultimi messaggi

valter
ciao, guarda che la pubblicazione dei dati dei  tornei va in automa...
Giovedì 31 Luglio 2014 13:36
Red fox
Walter volevo chiederti se gentilmente sulla pagina eventi tornei r...
Giovedì 31 Luglio 2014 04:48
valter
BENE POPOLO DEL PINCA  IL TEMPO DI OGNI COSA E' SCADUTO, RINGRAZIO ...
Martedì 29 Luglio 2014 11:45

Foto ricordi

Home

Login


Se sei un utente registrato accedi inserendo il tuo utente e password.



Se vuoi registrarti clicca su "Registrati", compila i campi, e rispondi all'email che ti sarà inviata.

Risorse

Ulti Clocks content
Benvenuto su Pincanello.it!

Mar

29

Lug

2014

Tempo scaduto! PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

BENE POPOLO DEL PINCA, IL TEMPO DI OGNI COSA E' SCADUTO, RINGRAZIO CHI MI HA CONTATTATO PER COLLABORARE NELLA FUTURA, SPERIAMO,  ASD CALCIONBALILLA BRESCIA. E DATO CHE NESSUNO SI E' FATTO AVANTI PER LE ALTRE COSE IL CAPITOLO VIENE CHIUSO E GLI EVENTUALI RITARDATARI LA PROSSIMA VOLTA SI SVEGLINO UN PO' PRIMA.

A TUTTI GLI ALTRI ENTI, SIGLE, ASSOCIAZIONI VARIE CHE MI HANNO CHIAMATO PERCHE' VOGLIONO CHE BRESCIA SI SCHIERI SOTTO LA LORO BANDIERA RICEVERANNO A BREVE LA MIA PERSONALE RISPOSTA. ( che sarà ufficialmente pubblicata)

DI SICURO IL TEMPO DI LAVORARE PER GLI ALTRI E' FINITO ANCHE PERCHE' E' TROPPO FACILE APPOGGIORSI A CHI VUOLE FARE E POI GODERSI IL FRUTTO DEL LAVORO ALTRUI. COMUNQUE A BREVE CI SARA' LA PUBBLICAZIONE DELLE PROPOSTE  PER IL CAMPIONATO ECC ECC, POI OGNUNO FARA' LE PROPRIE SCELTE LIBERAMENTE.

ciao valter

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Luglio 2014 13:16
 

Sab

05

Lug

2014

Riflessioni: parte 4^ PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

RIFLESSIONI: PARTE 4

La svolta

Prima di qualsiasi cosa, bisogna avere molto chiari una serie di concetti base, diciamo almeno i principali, perché sarà su questi che si andrà poi a costruire tutto quanto.

Un’ Associazione Dilettantistica Sportiva è a tutti gli effetti “UNA PERSONA GIURIDICA” e pertanto si deve assume tutte le responsabilità giuridiche, fiscali, morali ecc ecc dirette ed indirette che gli competono.

Un’ Associazione Dilettantistica Sportiva è composta da “soci-tesserati-simpatizzanti” che portano avanti attivamente i progetti dell’associazione o che comunque li condividano.

Compito e responsabilità dell’ ADS è poi di perseguire al meglio delle proprie forze e risorse le finalità che si è data, in modo da promuovere e sviluppare sul territorio la propria disciplina sportiva.

Deve essere chiaro che un’ASD, benché tenga in massima considerazione i principi dello sport nel senso più Decubertiano possibile, ha un proprio statuto e regolamento comportamentale a cui bisogna attenersi.

Presa coscienza dei presupposti morali, etici ecc a cui questi concetti fanno riferimento, cerco di presentarvi un quadro generale in modo di dare almeno una bozza su cui ragionare.

Compito dell’ASD è promuovere il gioco del Calciobalilla, quindi bisogna considerare di sviluppare dei campionati -quello a squadre lo possiamo dire già “impostato”-, organizzare tornei riservati agli associati, manifestazioni/tornei aperti a tutti e forme di promozione del gioco sul territorio presso enti/oratori/bar o altro.

Ognuno di questi aspetti richiede un suo preciso progetto con finalità e obiettivi da raggiungere a breve, medio e lungo termine. Prendiamo in esame il solo campionato a squadre.

Prima cosa, dopo aver fondato l’ASD, è fare il conto corrente dell’associazione in modo che tutto risulti in chiaro e sul conto dovranno pervenire tutti i pagamenti.

Una squadra che vuole iscriversi al campionato cosa dovrà fare :

1° - PAGARE L’ISCRIZIONE DELLA SQUADRA AL CAMPIONATO ENTRO LA IPOTETETICA DATA STABILITA. Per esempio : entro il 30/09/2014. Se poi una squadra decide di non partecipare al campionato perde l’iscrizione.

2° - TESSERARE I PROPRI GIOCATORI - TERMINE ULTIMO CONSENTITO esempio : entro il 31/12/2014. PRIMA SI VERSA LA QUOTA E POI IL GOCATORE POTRA’ ESSERE SCHIERATO MA SOLO DOPO AVER RICEVUTO LA TESSERA DELL’ASD E NON PRIMA.

3° - TUTTO QUELLO CHE RIGUARDERA’ IL REGOLAMENTO TECNICO, SANZIONI E QUANT’ALTRO SARANNO SOTTO LA DIRETTA RESPONSABILITA’ DEL GIUDICE SPORTIVO LA CUI DECISIONE E’ INSINDACABILE PER TUTTI. QUINDI NON SARANNO PIU’ RICHIESTE LE RIUNIONE DEI CAPITANI.

4° - CI SARA’ UN NUOVO REGOLAMENTO TECNICO A CUI ATTENERSI, SARA’ DIFFICILE TROVARE QUALCOSA CHE ACCONTENTI TUTTI MA SECONDO ME SIAMO GIA’ SULLA BUONA STRADA.

5° - FARE UN NUOVO SITO DEDICATO SOLO ESCLUSIVAMENTE ALL’ASD, ALLE SUE ATTIVITA’ E CAMPIONATI.

E cosi via con tutto il resto

Uno degli aspetti che mi preoccupa maggiormente è che se dobbiamo poi promuovere il gioco sul territorio bisognerà considerare un tavolo “ il pinca” di riferimento e questo è un problema abbastanza difficile da risolvere perché vuol dire :

-          Bisognerebbe “sposare” almeno un costruttore per avere dei prezzi di favore, si ma quale e per quali motivazioni, economiche, tecniche, per simpatia ?

-          Come si può imporre dei tavoli da gioco al costo di € ??? ad un oratorio che magari ha già dei pinca scassati e pure di diverso tipo e dirgli che deve investire qualche miglia di euro se vuole fare il campionato.

-          Come possiamo promuovere qualcosa se non abbiamo lo strumento base e cioè il PINCA ad un prezzo più che buono e con una qualità tecnica sufficiente?

Capite che le implicazioni sono diverse e ci sono in ballo anche altri aspetti necessari come avere una sede propria, con un minimo di magazzino per i ricambi, un piccolo mezzo di trasporto o qualcuno a cui appoggiarsi e tanto altro ancora.

Credo che per fare una prima profonda” Riflessione” di avervi fornito dati a sufficienza e quindi lascio ognuno con i propri pensieri.

Chi fosse interessato a fondare l’ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA CALCIOBALILLA (PINCANELLO) BRESCIA o desideri avere maggiori informazioni o chiarimenti in merito si metta in contatto con il sottoscritto.

Lo stesso vale per coloro che non hanno nessun interesse alla ASD ma vorranno portare avanti il campionato cosi come è tuttora, ovviamente con le proprie forze, sarò a loro disposizione per passare le dovute informazioni.

PER IL RESTO CI AGGIORNEREMO PROSSIMAMENTE DICIAMO INDICATIVAMENTE ALLA PRIMA SETTIMANA DI SETTEMBRE 2014 PER TALE DATA MI AUGURO CHE OGNUNO SIA PRONTO E ABBIA LE IDEE CHIARE.

Vanno i miei più sentiti ringraziamenti a tutti i collaboratori/amici del direttivo che hanno dedicato tempo e energia per la causa del Pinca senza chiedere nulla in cambia, grazie ancora mostrissimi non sarei andato molto lontano senza di voi.

Valter

Ultimo aggiornamento Sabato 05 Luglio 2014 19:39
 

Mer

02

Lug

2014

Riflessioni: parte 3^ PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

RIFLESSIONI: PARTE 3

“ CONFRONTO”

Durante il campionato mi sono confrontato con alcune delle associazioni che sono interessate ad avere il movimento Bresciano sotto la propria bandiera e da queste discussioni sono emerse alcune questioni molto importanti.

Prima di tutto il nostro movimento, a tutti gli effetti, non è riconosciuto “ufficialmente” da nessuna parte, perché non è un’Associazione di fatto. Siamo sì un bel numero di persone ma in realtà esistiamo come singole entità e non come gruppo.

US ACLI dice che ogni PROVINCIA deve avere la sua ASSOCIAZIONE PROVINCIALE SPORTIVA e poi le varie associazioni provinciali fanno riferimento a quella NAZIONALE, la quale poi coordina le attività ma AL SOLO livello nazionale di tutti.

Ora come ora l’unica provincia costituita con un campionato a squadre US ACLI CBI ben strutturato è la nostra, altro non è stato ancora fatto DA NESSUNA PARTE e direi che le tempistiche per realizzarlo sono abbastanza incerte.

Faccio notare che costruire un campionato non è una cosa che si può fare dalla sera alla mattina e poi se non c’è un reale rientro economico perché qualcuno dovrebbe sbattersi per farlo? E i grandi tornei che sono chiamati CAMPIONATI di questo e di quello, se ancora non fosse chiaro, sono sempre e solo dei TORNEI che nascono e finiscono li, senza dare nessuna continuità allo sviluppo del gioco sul territorio.

O meglio, io personalmente non riesco a vederlo però può darsi che qualcosa producano, cosa di preciso non lo so , comunque lasciamo stare le opinioni personale e andiamo avanti.

Quindi per restare in US ACLI bisogna comunque prima costituire una ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA SPORTIVA CALCIOBALILLA Bresciana e poi fare il tesseramento come associazione con tutti i benefici che ci possono essere, in particolar modo fiscali e poi gli altri che sono ancora da verificare.

La stessa cosa vale in linea generale anche per il discorso del CSI e quindi è oramai chiaro che se vogliamo fare una scelta di crescita diventa necessario fare un’ASD (associazione sportiva dilettantistica).

Poi rimane da definire il perché associarsi a questa o a quella sigla, discutere dei progetti, valutare le convenienze (se ce ne sono), le loro e le nostre necessità ecc, oppure restare da soli prendendosi in carico tutto quanto e poi stabilire se fare o non fare delle collaborazioni.

Spero che fino a qui di essere stato sufficientemente chiaro, perché per quanto mi riguarda o si fa il passo in avanti e si costituisce una ASD con tutte le implicazioni che ne comporta altrimenti io personalmente mi fermo qui, oltre non ho nessuna intenzioni di andare e passo la mano a qualcun altro.

Vi ricordo solamente che dal punto di vista fiscale siamo già andati abbondantemente oltre il limite che divide un torneino fatto da un gruppo di amici da un campionato strutturato come il nostro e se domani qualcuno dovesse bussare alla nostra porta e chiedere giustificazioni dell’andare e del venire delle cose , chi ne risponderà?

In conclusione la mia intenzione è di fondare un’ASD con tutto quello che ne consegue fiscalmente e legalmente e da qui ricostruire tutto quanto, anche perché non riesco a vedere un’altra soluzione. Nella prossima e ultima riflessione vi presenterò una bozza a grandi linee di quello che vorrei fare e poi tireremo le somme finali.

Valter

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Luglio 2014 05:34
 

Ven

27

Giu

2014

Riflessioni: parte 2^ PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

RIFLESSIONI: PARTE 2

“ NUMBERS”

Un bel romanzo e un discreto film s’intitola “ La solitudine dei numeri primi”.

Quando si deve parlare di numeri, non c’è molta poesia e forse è anche giusto che sia cosi, i freddi e spietati calcoli danno sempre un quadro esatto delle cose senza tanti giri di parole e allora andiamo a metterli in colonna e in modo sintetico.

Sicuramente il campionato 2013/2014 è stato quello con la maggiore affluenza di tutti i precedenti .

-          N. 26 squadre

-          N. 358 tesserati

-          N. 2 gironi da 13 squadre

-          N. 24 partite giocate da ogni singola squadra durante la fase regolare

-          N. 4 squadre che avrebbero potuto iscriversi, ma non ci sono riuscite.

Direi che il movimento ha fatto un notevole passo avanti e questo è un bel successo ma allo stesso tempo, in previsione che la crescita continui, ha reso evidente tutti i limiti dell’attuale “struttura” ma di questo ne parleremo in maniera approfondita prossimamente.

Questa invece è una questione molto delicata e seria e quindi deve essere affrontata in modo serio, sinceramente ne avrei fatto anche a meno, ma tra i compiti da assolvere c’è stato anche questo e non si poteva far finta di niente o tirarsi indietro.

Finito il campionato e tirate le somme questa è la nostra situazione :

-          €   200,00 cassa valter

-          € 6.410,00 cassa roberto (di cui € 1300,00 sono la rimanenza attiva dello scorso campionato)

-          €     500,00 tessere ancora da pagare

-          € 1.000,00 cauzione ancora da rendere

Il problema è che tutto quello che risulta ancora come cassa roberto è in questo momento “congelato” per gli ovvi motivi, dire quando e come si potrà sapere qualcosa, io personalmente non ne ho la più pallida idea.

Quando ne abbiamo discusso con la famiglia, la quale ci ha dato la garanzia che appena verranno sbloccati i conti quello che è di nostra pertinenza ci dovrebbe essere restituito, salvo imprevisti o altro a noi sconosciuto, non è stato possibile fare nessun tipo di programma, le decisioni sono a carico di altre persone e quindi dobbiamo solo aspettare.

Probabilmente anzi sicuramente anche questa cosa arriverà al dunque, nel frattempo tutto quanto verrà messo sotto ghiaccio e di più non possiamo fare e altro in merito non mi viene.

Tirando le somme l’anno sportivo appena concluso è stato sicuramente positivo, purtroppo alcuni spiacevoli eventi come quello di Roberto e della perdita dell’amico Gigi hanno proiettato lunghe ombre sulla serenità del movimento, cosi è la vita, ma non possiamo farci nulla e quindi bisogna andare avanti.

Valter

 

Mar

24

Giu

2014

Riflessioni: Parte 1^ PDF Stampa E-mail
Scritto da tino   

RIFLESSIONI: PARTE 1

“ BUENA SUERTE A MI AMIGO”

Alcune cose si pensa di poterle vedere solo al cinema o in quelle trasmissioni in cui dici:

- “ Ma no, è impossibile che possa succedere una cosa del genere, ma figurati e poi qualcuno saprà qualcosa” -

Poi capita a chi conosci e di colpo ti rendi conto di quanto sia più difficile di quello che sembra, domande, dubbi, riflessioni, ragionamenti, supposizioni e tanto altro si susseguono a ritmo incalzante dentro la testa e ti rendi conto che non è possibile trovare le risposte o dare delle spiegazioni.

Allora, ognuno dice la sua e tutti dicono la loro ma alla fine si resta comunque sempre con un pugno di “niente” nelle mani e le domande e i dubbi e tutto il resto continuano a rimbalzare dentro la testa sempre più velocemente come quando a flipper attivi il MULTIBALL.

Ma dopo un lungo e infinito tempo di attesa bisogna comunque andare avanti e allora arriva il momento in cui si devono fare i conti e riprendere in mano tutto quanto e in quel momento ci si rende conto del lavoro e dell’impegno che serve per mandare avanti le cose.

Personalmente devo dire che il motore di questo movimento è stato all’inizio di tutto sicuramente lui e sempre a lui, bisogna dargli atto, è stato lo sforzo per farlo crescere. Sicuramente la sua disponibilità e il suo lavoro gli hanno permesso di dedicare tempo, molto tempo per correre dietro ad ogni cosa, piccola o grande che fosse e questo tempo è cosa preziosa di cui non tutti possono disporre.

Allora, adesso si apre un difficile capitolo e cioè su come proseguire in questo cammino, modo e disponibilità perché chi vorrà proseguire dovrà prendersi in carica tutto quanto e non è cosa da poco.

Nel frattempo in attesa degli sviluppi e delle difficili decisioni da prendere ti faccio gli auguri di buona fortuna, amico mio e mi auguro di rivederti presto.

Valter

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Giugno 2014 15:41
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 66